Il sale nella medicina greca antica

Sin dai tempi più antichi il sale è stato l’elemento essenziale per l’uomo, il quale ne ha apprezzato i pregi a tal punto da ritenere indispensabile l’uso anche nei sacrifici agli dei, essendo considerato simbolo di incarnazione e di perpetuità per il suo potere purificante.

Il sale ha rappresentato la prima merce oggetto di commercio, soprattutto per la sua proprietà di conservazione degli alimenti.
Il primo sale commerciato è stato quello del Mar Morto.
A testimoniare l’importanza del sale nel tempo basti ricordare le mummie egizie che venivano conservate anche con il sale, che proteggeva dalla decomposizione e, in senso metaforico, mantenere in vita.

L’uso del sale marino e del salgemma per il benessere era ben noto agli antichi greci, che avevano rilevato che l’ingestione di cibi salati aveva un effetto benefico sulle funzioni basilari del corpo umano, e quindi sul sistema umorale che si credeva controllasse lo stato di benessere o di malattia del corpo stesso.
Di conseguenza il sale divenne parte della farmacopea antica.

 

Nel nostro centro abbiamo voluto riproporre questo antico sapere sull’oro bianco, il SALE.

Abbiamo disposto nel nostro centro la grotta di sale, la vasca di sale e trattamenti a base di sale.

Oltre a tutti i trattamenti estetici classici e percorsi sensoriali